25/02/2018

Un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicita’ (HPAI) del sierotipo H5 e’ stato rilevato in un allevamento di pollame di Ronco all’Adige (Verona). Di conseguenza, il Presidente della Regione Veneto ha firmato un’ordinanza con la quale vengono istituite numerose misure di restrizione al fine di evitare la diffusione del virus. L’ordinanza istituisce una Zona di Protezione, dove le restrizioni sono più rilevanti, in alcune aree dei Comuni di Oppeano, Palù, Zevio, e Ronco all’Adige; e una Zona più ampia di sorveglianza che si allarga complessivamente a ventuno Comuni. L’atto stabilisce diciassette misure specifiche da applicare nella Zona di Protezione e altre undici che riguardano la Zona di Sorveglianza. Il presidente Luca Zaia ha firmato un’ordinanza con le misure da seguire per evitare la diffusione del virus. Una zona di sorveglianza riguarderà invece un’ara più vasta, in cui ricadono complessivamente 21 Comuni. Diciassette misure previste per l’area di protezione, tra cui il censimento di tutte le aziende avicole e degli animali presenti e il sopralluogo da parte dei veterinari delle ausl presso tutte le aziende commerciali per sottoporre ad esame clinico il pollame e gli altri volatili in cattivita’, oltre alla distruzione delle carcasse di animali infetti e al trasferimento di pollame e volatili dentro un locale dell’azienda, per ridurre contatti con voltili selvatici o in cattivita’ di altre aziende. Undici le misure previste per l’area vasta: vietata la movimentazione di pollame e uova.

Share Button