25/11/2017

“L’Ater di Vicenza apre le porte i futuri geometri offrendosi come palestra di formazione e di esperienza professionale. Il progetto di alternanza scuola-lavoro tra l’agenzia territoriale per la casa e l’istituto tecnico superiore per geometri Canova di Vicenza è una sfida doppiamente qualificante: per gli allievi, che metteranno a prova le loro capacità tecniche e professionali e potranno affinare il proprio bagaglio formativo in un azienda complessa e versatile, ad alto valore sociale ed economico; e al tempo stesso per l’ente pubblico che si avvantaggerà degli input, della fantasia e delle nuove conoscenze di giovani motivati e interessati a promuovere la qualità dell’abitare”. L’assessore regionale Manuela Lanzarin, referente per le politiche pubbliche per la casa, plaude al nuovo progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dall’Ater di Vicenza e dall’Istituto tecnico superiore Canova del capoluogo berico. “Un progetto – sottolinea l’assessore, intervenuta oggi a Vicenza alla presentazione del progetto accanto al commissario Ater, Valentino Scomazzon, e al dirigente del Canova, Domenico Caterino – che ha una forte valenza formativa e occupazionale, ma soprattutto sociale. In linea, quindi, con la ragione costitutiva dell’Agenzia territoriale per la casa, chiamata a svolgere una funzione innazitutto sociale, cioè quella di garantire una casa dignitosa alle fasce più deboli”. L’Ater di Vicenza non è nuova ad esperienze di questo genere: dal 2012 ha avviato la collaborazione con la Regione Veneto per interventi ed iniziative a favore dei giovani nel campo della formazione professionale e dell’occupazione, in sinergia con gli Istituti tecnici superiori per geometri della provincia di Vicenza. Da quell’accordo hanno preso il via ripetuti progetti formativi che hanno visto l’Azienda vicentina ospitare numerosi studenti per consentire loro di acquisire competenze non solo teoriche ma anche pratiche, da spendere in futuro nel mondo del lavoro. “L’edilizia residenziale pubblica, anche alla luce della recente legge di riforma varata dalla Regione – conclude l’assessore – è un settore dinamico, sul quale la Regione sta investendo molto. In virtù della riforma recentemente approvata le Ater diventano aziende di progettazione e direzione lavori anche a servizio di altri enti pubblici. Rappresentano quindi una opportunità e una sfida utile e appassionante per chi si sta preparando ad entrare nel mondo del lavoro come figura tecnica qualificata nella progettazione edilizia e nella gestione immobiliare e urbanistica”.

Share Button