20/10/2019

Contrariamente a quanto asserito da alcuni politici e politicanti che continuano a lamentare una situazione di criticità e peggioramento dei servizi, l’Azienda di Servizi alla Persona Daniele Moro che a Codroipo gestisce e fornisce servizi sociali e assistenziali per i cittadini del Medio Friuli, ha aperto un altro piano dedicato ai portatori di disabilità gravi.

ern asp IMG_4869Il terzo piano della struttura di viale Duodo a Codroipo è stato inaugurato dal presidente Beniamino Frappa alla presenza del direttore generale Valentina Battiston, del dirigente coordinatore sociale Federica Gregoris, Anna Cattelani responsabile dei servizi sociali dei Comuni e tutto il personale non impegnato in servizi, la dottoressa Tavoschi  direttore dei servizi sociosanitari dell’AAS 3 in sostituzione del direttore generale Pier Paolo Benetollo che era assente,  oltre agli ospiti tra cui il consigliere regionale Vittorino Boem, la giunta quasi al competo con anche alcuni consiglieri comunali di Codroipo e tre sindaci: Eleonora Viscardis di Bertiolo, Nicola Locatelli di Camino al Tagliamento e Fabio Marchetti di Codroipo.

Strano rilevare la presenza di solo tre Sindaci, dato che il territorio di competenza dell’Asp Moro è il Medio Friuli in toto, praticamente sono undici Comuni . Ma si sa che le conseguenze delle beghe tra partiti politici, le pagano i cittadini (come sempre). Loro si mettono i bastoni tra le ruote e noi paghiamo.

Belle parole da parte di tutte le  autorità presenti e in particolare il Sindaco Fabio Marchetti che non ha trattenuto i suoi pensieri

dav

in relazione alla necessità di condividere gli obiettivi per conseguire risultati importanti come con la più grande azienda del Medio Friuli: Asp Daniele Moro. A differenza del consigliere Boem, Marchetti non si è detto preoccupato per le sorti dell’azienda, bensì molto contento per il lavoro svolto e l’inaugurazione del nuovo piano dedicato alle disabilità gravi ne è una dimostrazione.

L’Asp Daniele Moro è un’istituzione invidiata da molti altri territori, riesce a fornire servizi e ospitalità ai cittadini più deboli del Medio Friuli con una gestione integrata e accurata dei fondi disponibili, anche se alle volte si lamentano ritardi a causa del nuovo sistema di assegnazione da parte della Regione tramite le UTI.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.