21/05/2018

Spilimbergo è conosciuta internazionalmente come la “Città del Mosaico”, oltre ad essere la capitale dell’arte musiva del Friuli Venezia Giulia, grazie anche alla prestigiosissima Scuola di Mosaico che ospita studenti da tutto il mondo, unico esempio nel suo genere per un’arte che coniuga pensiero creativo a gesto artistico-artigianale.

E proprio il Mosaico in tutte le sue forme è al centro della seconda edizione della manifestazione Art&Mosaico (Artefici Artigiani Artisti) evento biennale diretto da Giulio Candussio – quest’anno in programma tra il 20 e il 22 maggio – che ancora una volta farà di Spilimbergo un museo a cielo aperto per raccontare, in un’intensa tre giorni, l’arte che l’ha resa famosa in Italia e nel mondo.

Artigiani, artisti, architetti ed esperti del settore si confronteranno sulle molteplici sfumature e declinazioni di un’arte che si presta alle applicazioni più “tradizionali”, come nel caso dell’Arte Sacra, fino agli utilizzi più moderni, in sinergia con le più innovative forme architettoniche.

Presentata alla stampa dal Sindaco di Spilimbergo e il direttore di ConCentro Luca Penna, questa seconda edizione di Art&Mosaico” vuole favorire l’incontro tra l’arte musiva e la moderna architettura, per un mosaico che interviene come una pelle sulle grandi superfici delle strutture tridimensionali.

In Friuli Venezia Giulia le imprese attive nel settore del mosaico sono poco meno di un centinaio e danno lavoro a circa trecento addetti. Tra i mercati maggiormente rappresentativi figurano Stati Uniti, il Far Est ma anche l’Europa con Francia e Germania in testa.

Tra i lavori più rappresentativi l’arredo della Metropolitana e il Yankee Stadium di New York, la Moschea Kuwait City, ma anche moderne opere nella Città del Vaticano, in Giappone, Russia, Brasile e negli Emirati Arabi, con commissioni pubbliche o richieste per sontuose residenze private. I prodotti sono i più diversificati: dall’oggetto di design o artistico, al complemento di arredo, al settore del mobile, all’architettura.

L’edizione 2016 sarà inaugurata dal critico d’Arte Vittorio Sgarbi con la conduzione di Manuela Moreno, inviato speciale e conduttrice del TG2 (ore 19.00, Arena Mosaico, spazio allestito nel centro di Spilimbergo).

Spiccano nelle giornate, insieme alle mostre a cielo aperto con oltre 30 espositori, il convegno “Arte sacra: continuità e nuove proposte” con il Direttore Studio Mosaico Dei Musei Vaticani Paolo Del Buono, l’incontro su “L’uso dei Social Network per la promozione di un territorio” con la docente di marketing internazionale dell’Università Cattolica Roberta Milano, e il Direttore marketing di PromoTurismo FVG Bruno Bertero, il convegno su “Reti d’impresa e marketing culturale”, con Umberto Rosin dell’Università Ca’ Foscari, Luca Penna, Direttore ConCentro e Silvano Pascolo, Presidente di Confartigianato. Da segnalare anche la presenza della giornalista Barbara Schiavulli che presenta il libro La guerra dentro, presentata dal Sindaco di Spilimbergo Renzo Francesconi.

Share Button

Comments are closed.