21/10/2018

2′ di lettura
Arteni, il gruppo friulano della moda nato oltre mezzo secolo fa, festeggia i primi 30 anni di attività del punto di vendita di Tavagnacco, in via Nazionale.
Lo farà alle 10.30 di sabato 20 maggio, alla presenza del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, delle istituzioni locali e di tutti coloro che vorranno partecipare a una giornata di festa che – di fatto – inaugura ufficialmente anche i nuovi spazi di vendita dedicati alla moda e allo sport.

Dopo quattro mesi di lavoro, partiti a inizio anno, e un investimento di circa 800 mila euro, Arteni propone un nuovo layout espositivo dei reparti moda uomo e donna, e sport, da oggi riuniti per rendere la ‘passeggiata’ ancora più semplice e piacevole.
La riorganizzazione degli oltre 18.500 metri quadrati del più grande punto vendita del gruppo è stata sviluppata rispettando l’idea originaria che nel 1987 diede vita al primo department store della regione; un primato che dura ancora oggi visto che Arteni riunisce oltre 360 marchi della moda sotto una direzione creativa unica che seleziona collezioni moda e casa, propone le tendenze, senza mai trascurare la cultura del vestire bene e dell’Italian style.

0 (Small)“Anche in epoca di globalizzazione – racconta il presidente Gianni Arteni – lo stile italiano è apprezzato in tutto il mondo, non è solo un sistema economico, ma un modo di vivere e muoversi a proprio agio. Questa è la cultura che abbiamo trasmesso a tutti i nostri collaboratori e il dialogo con i nostri clienti continua ad essere premiante”.

Quasi 200 dipendenti in totale – oltre a Tavagnacco, il gruppo conta una dozzina di punti vendita. Negli anni, tante le storie da raccontare sull’evoluzione del gusto e sulle abitudini d’acquisto. E se internet ha fatto la rivoluzione anche nel settore moda, la consulenza che si riceve da un commesso esperto rimane fondamentale. Per non parlare della possibilità di avere una sartoria che esegue tutte le lavorazioni su misura e con grande maestria. “Abbiamo una tradizione di qualità che si intreccia perfettamente con la voglia di innovare che è insita nella moda”- conferma Arteni.

“La crisi di questi anni si è fatta sentire, conclude Arteni, ma oltre a quella c’è una rivoluzione direi quotidiana delle abitudini all’acquisto. Tutti fattori di cui teniamo conto, senza tradire la nostra vocazione e rispettando sempre il cliente, a partire dalla trasparenza dei prezzi e delle condizioni di vendita”.

Share Button

Comments are closed.