15/08/2018

“Arte e Profezia”: è questo il titolo del libro che Sgarbi presenterà a Gorizia, nella libreria Leg, domenica 29 novembre alle 11,30, insieme allo scrittore sloveno Boris Pahor e alla studiosa Tatjana Rojc.

Il volume edito da Leg e in uscita in Italia nei prossimi giorni, nasce della trascrizione dell’intervento che lo stesso Sgarbi ha tenuto nel maggio del 2012 durante l’VIII edizione del Festival èStoria dedicato al tema “Profeti”.

In quell’occasione la lezione del critico d’arte era incentrata sulle figure di dieci artisti (minori, alcuni sconosciuti, e maggiori), che all’inizio di ogni secolo, dal 1099 al 2011, hanno sovvertito la sensibilità della nuova epoca con la loro “profezia”.

Accanto a Giotto e a Andy Warhol, troviamo per esempio, Wiligelmo e Diego Velasquez, Ercole de’ Roberti, Masaccio e Pablo Picasso, ma anche l’immagine mediatica che diventa arte. La parte finale della riflessione critica, infatti, è dedicata all’interpretazione della fotografia che ha caratterizzato quest’ultimo millennio nel suo nascere, sia per la drammaticità del fatto che rappresenta sia perchè vista da miliardi di persone: quella della distruzione delle torri gemelle del World Trade Center l’11 settembre del 2001. Non si tratta di arte nel senso tradizionale della parola, ma è qualcosa che è “dentro di noi” e ci rende partecipi di una storia di cui non siamo protagonisti, ma tragici spettatori, per dirla con Sgarbi.

Dopo un inizio legato al tragico terremoto che ha colpito l’Emilia, il critico ha delineato un percorso che lega Wiligelmo alle due torri, Modena, epicentro del terremoto del 2012, all’attuale terremoto delle civiltà. Per il critico d’arte ferrarese, gli artisti vedono, sentono, rappresentano prima, sono i profeti di un’epoca che noi, spettatori o testimoni, non sempre siamo capaci di vedere o comprendere.

Il testo rappresenta quindi una lectio sorprendente, ricca di suggestioni e intrecci continui di passato e presente, di digressioni artistico-politiche che rendono il testo, corredato da un notevole apparato iconografico, un piccolo gioiello per gli appassionati di arte e storia.
L’ingresso alla conferenza è libero .

Per info: 048133776

Share Button

Comments are closed.