23/11/2017

Primo giorno di scuola con un edificio nuovo, inaugurato alla presenza di tutte le autorità dal sindaco Fabio Marchetti all’assessore regionale alle infrastrutture e territorio Mariagrazia Santoro, dal presidente della provincia di Udine Pietro Fontanini ai sindaci dei comuni appartenenti all’istituto comprensivo come Bertiolo, Camino al Tagliamento e Varmo.
La scuola media Bianchi, che oggi dovremmo correttamente chiamare scuola secondaria di primo grado (perché cambiare i nomi fa figo comunque), ha visto in tempi brevissimi la realizzazione di una nuova area dove dall’ 11 settembre 2017 hanno trovato posto 150 ragazze e ragazzi dell’istituto comprensivo di Codroipo. Un nuovo edificio della scuola secondaria di primo grado Giuseppe Bianchi, sacerdote esimio codroipese, uomo di lettere e di cultura, al quale anche questo edificio è dedicato secondo una lapide scritta all’epoca dal Candotti (altro codroipese importantissimo).
ern IMG_8683Il costo oltre 2.300.000 euro comprensivo di arredi, del verde pubblico e di tutti gli annessi e connessi utili a far studiare nel migliore dei modi i nostri figli. Un milione il contributo erogato da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, le altre spese a carico dell’amministrazione comunale. Un’impresa locale, anzi un gruppo di imprese riunite, si sono distinte per bravura nell’esecuzione dei lavori, dei progettisti, che hanno saputo rendere questo edificio ecologico e all’avanguardia per quanto riguarda il risparmio e il consumo di energia, che è veramente ridotto ai minimi termini, secondo quanto prescritto dalle norme di legge attuali.
L’amministrazione della città di Codroipo si è detta molto contenta anche perché questa parte rappresenta uno dei pezzi fondamentali della riqualificazione completa di via Europa Unita, che versa invece in situazioni non di degrado ma quasi, perché dagli anni 80 nessuno vi aveva messo mano. Solo dal 2011 in poi ci siamo impegnati con l’amministrazione comunale e in prima persona il sindaco, per reperire i fondi necessari e hanno prima riqualificato la viabilità, poi la piscina comunale, da ultimo l’edificazione di questa struttura aggiudicata con gara d’appalto nel 2015 e oggi consegnata agli studenti perché possano studiare nel migliore dei modi.
Il primo giorno di scuola per inaugurare il nuovo anno scolastico nella nuova scuola con gli auguri a tutti gli studenti.ern IMG_8728
L’edificio è stato incluso in un area che in Europa pochi possono vantare, perché questo spazio fu studiato da chi ebbe la lungimiranza, nel primo dopoguerra, di avere questa visione del futuro in un’area centrale, da via IV Novembre fino a via Circonvallazione Sud, comprendendo anche le strutture sportive, dallo stadio alla piscina, dal palasport ai campi da tennis, pallacanestro, pallavolo e tutti gli altri sport, circondati dagli istituti del percorso formativo, dall’asilo nido per arrivare alle scuole superiori. A Codroipo manca solo l’università.
All’interno di questo polmone verde si può fare molto sport oltre che studiare, tutto concentrato in un area adibita esclusivamente alla sicurezza e alla tranquillità delle famiglie, perché qui i ragazzi possono studiare e divertirsi in completa tranquillità.
La scuola “Bianchi” inaugurata ora presenta soluzioni ecologiche e logistiche all’avanguardia, con tetti e terrazzamenti coperti di vegetazione, banchi a trapezio isoscele che raggruppati consentono di formare un esagono intorno un fulcro con fessure per il passaggio di cavi d’alimentazione per i tablet (i libri di oggi).
Marco Mascioli

Share Button