22/10/2018

“Alpi senza Confini” – idea nata nel 2012 dalla Delegazione delle Guardie d’Onore e dagli Ordini Dinastici di Casa Savoia – porta in Friuli il Principe Emanuele Filiberto con il Gran Cancelliere Johannes Theo Niederhauser, Cavaliere della SS.ma Annunziata in collaborazione con la Croce Rossa, i Cappellani militari italo-austriaci, l’Istituto Nazionale alle Reali Tombe del Pantheon: il meeting internazionale italo-austriaco per commemorare i defunti della Grande Guerra si snoderà, in collaborazione con la Regione FVG, in due giornate, sabato 8 aprile e domenica 9 aprile, fra Gorizia e Trivignano Udinese.

 

DSC00777 (Small) Ad illustrare il programma, oggi, nella sede della Provincia di Udine – presente il Presidente Pietro Fontanini, patrocinatore dell’iniziativa – sono stati l’ideatore dell’evento, Pio Serafini e Alessandro Berghinz, cugino della Medaglia d’Oro al Valor militare Giovanni Battista Berghinz, l’eroe della II Guerra mondiale a cui sono dedicati la Caserma “Berghinz” a Udine e un cippo a Trieste. “Il Friuli – ha affermato Berghinz, referente della delegazione per il FVG dell’Istituto Nazionale alle Reali Tombe – è onorato di ospitare una commemorazione che vede riunite tutte le sigle principali, italo-austriache, fra cui la Croce rossa italiana e austriaca, Corpo Militare Volontario della C.R.I. e Infermiere volontarie, Forze Armate, il Corpo di soccorso dell’Ordine di Malta, Ordini Equestri, le Associazioni d’arma e combattentistiche, l’Associazione Nazionale Alpini, l’associazione Mitteleuropa, oltre ai rappresentanti degli Enti locali, fra cui i sindaci di Trivignano Udinese, Aquileia, Cividale, Gorizia, Lendinara”.

DSC00779 (Small)

Al lancio dell’evento hanno preso la parola anche il responsabile LIDU di Udine (Lega italiana Diritti Uomo), Antonello Quattrocchi, la presidente del Club Unesco, Renata Capria D’Aronco, e i primi cittadini di Trivignano Udinese, Roberto Fedele e di Cividale del Friuli Stefano Balloch. A sottolineare la rilevanza di questo tour in Friuli anche il Presidente di Palazzo Belgrado, Pietro Fontanini, rimarcando l’appuntamento fondamentale con la memoria storica da divulgare.

Il programma

paragrafo_parco_rimembranza (Small)SABATO 8 APRILE – I riflettori si accenderanno sabato 8 aprile alle 15.30 a Gorizia con l’alza bandiera e il picchetto d’onore – organizzato dall’Associazione culturale San Paolino d’Aquileia – nel Parco della Rimembranza assieme alle associazioni d’arma e combattentistiche, il Presidente della Provincia Enrico Gherghetta, il vice sindaco Roberto Sartori.

 

 

 

goriz06 (Small)

Alle ore 16 in Castello il saluto del Vice Sindaco di Gorizia Roberto Sartori, degli esponenti italiani e austriaci di Croce Rossa e Corpo di soccorso dell’Ordine di Malta, l’intervento del presidente Mitteleuropa Paolo Petiziol con la partecipazione del Coro polifonico di Ruda. Seguiranno gli interventi del colonnello Riccardo Romeo Jasinski, responsabile Ufficio storico CRI, sul ruolo del Corpo militare, di don Sigismondo Schiavone, responsabile dei Cappellani militari con Delega dell’Ordinariato Militare, che si batte per il mantenimento di questa figura ecclesiastica; la parola passerà al docente Vittorio Roberto Favero che affronterà il tema del ruolo delle donne di Casa Savoia nelle storia delle Infermiere Volontarie (con la partecipazione dell’Ispettrice Cri Udine, Elisabetta Grasselli) e, infine, lo storico Antonino di Colloredo Mels che parlerà della crocerossina Paola di Colloredo Mels.

Immagine (Small)Domenica 9 aprile – La Dogana Vecchia di Trivignano Udinese è la location della cerimonia del 9 aprile che vedrà il momento cardine alle 10.15 con l’inaugurazione del primo Cippo di pace “ALPI SENZA CONFINI” dedicato all’imperatore Francesco Giuseppe e Re Vittorio Emanuele III, con la partecipazione del Principe Emanuele Filiberto di Savoia e del Gran Cancelliere Niederhauser, il Delegato Ordini Dinastici del Friuli Venezia Giulia Alessandro Berghinz, il Delegato Veneto Ordini Dinastici Casa Savoia Pietro Fracanzani, Nicolò Giustiniani dello SMOM (Sovrano militare Ordine di Malta), il Presidente della Mitteleuropa Paolo Petiziol, il Presidente dell’Associazione “Cacciatori del Alpi” Vincenzo Verdino mentre la benedizione verrà impartita da monsignor Francesco Millimaci Cappellano della Delegazione Ordini Dinastici del FVG e Cappellano di Sua Santità e Cappellano Conventuale SMOM; le associazioni d’arma e combattentistiche, la Lidu, l’associazione Mitteleuropa, il Prefetto di Udine, i sindaci. Alle 11 verrà officiata la Messa dal Priore degli Ordini dinastici di Casa Savoia, Mons. Francesco Millimaci, insieme al Conventuale dell’Ordine di Malta, mons. Arnaldo Greco, ai Cappellani Militari austriaci, ai parroci di Visco e Trivignano, don Giorgio Longo e don Angelo Del Zotto. L’incontro con il pronipote di Garibaldi, Giuseppe Garibaldi, si terrà alle 12, occasione per lanciare il volume edito da Gaspari: I preti in battaglia – i cappellani militari tra apostolato e amor di patria.

Per questo meeting senza confini è stato ideato uno speciale annullo postale ed è stata organizzata una raccolta fondi da devolvere ai terremotati e ai loro familiari.

Irene Giurovich

 

Share Button

Comments are closed.