23/11/2017

“Appena allertati dal Dipartimento nazionale abbiamo avviato i contatti con le amministrazioni provinciali e i volontari veneti, raccogliendo da subito la disponibilità alla pronta partenza da parte di tutte le province, che in caso di chiamata saranno presenti in poche ore”. A dirlo è l’assessore alla Protezione Civile del Veneto Gianpaolo Bottacin che, in relazione ai danni provocati dal maltempo a Livorno, “ringrazia la grande disponibilità che, come sempre, i nostri volontari dimostrano alla bisogna”.

Nel dettaglio, da Belluno, oltre al personale volontario, in caso di necessità sono pronti a partire anche un autocarro con gru, due minipale con relativi rimorchi per il trasporto; un mini escavatore con benne e pinza per tronchi, una motopompa da 300 mc/h, quattro motopompe da 150 mc/h, due pompe elettriche per svuotamento cantine; da Rovigo una squadra AIB del Gruppo comunale di Adria afferente al Distretto RO1; da Padova una squadra del Distretto Alta Padovana (Carmignano di Brenta e Cittadella) con idropulitrice, gruppo elettrogeno, torre faro, motopompa piccola per aspirazione scantinati ed effetti letterecci e una squadra del Gruppo di Padova con pale e motopompa piccola ed effetti letterecci oltre ad una squadra del Gruppo di Protezione Civile di Galzignano, e aderenti al Coordinamento Antincendio Boschivo “Parco Colli Euganei” con automezzo Land Rover 110 con Modulo antincendio; da Verona il Gruppo Comunale di San Pietro in Cariano con due idrovore da 1000/1500 l/m; l’AIS Valpolicella con due moduli AIB e il Gruppo Comunale di Mozzecane con un mezzo polivalente dotato di modulo AIB, gruppo elettrogeno, torre faro e piccola officina; dalla Città Metropolitana di Venezia la squadra del Gruppo Comunale di Spinea con un’idropulitrice ad alimentazione elettrica, pompe da 300/600 litri/minuto, minipala; l’AVPC di Martellago con una squadra; una squadra anche del Gruppo comunale di Scorzè con idropulitrice ad alimentazione elettrica, pompe da 300/600 litri/minuto; una squadra del Gruppo comunale del Cavallino; i Gruppi comunali di Venezia città con cinque squadre dotate di diverse attrezzature; quelli dell’Area Meridionale (Chioggia, Cavarzere, Cona) con due squadre e del Portogruarese (Portogruaro, Cinto Caomaggiore) con una squadra, del Miranese (S. Maria di Sala, Mirano) con una squadra dotata di idropulitrice, idrovore piccole, elettropompe; da Treviso l’AVAB di Valdobbiadene con una squadra e una seconda disponibile dal giorno 13; da Vicenza il Comitato volontario “El Castelo” di Lugo con una squadra e un modulo AIB, la Protezione Civile Caltrano anch’essa con un una squadra e un modulo AIB e la squadra della Protezione Ambientale e Civile Squadra Leogra Timonchio di Schio insieme al Gruppo comunale; l’Antincendio boschivo di Recoaro con una squadra e un modulo.

A questi gruppi vanno poi aggiunti quelli collegati alla PROCIV Italia, attivati direttamente dal Dipartimento, che hanno già inviato alcune squadre da Verona, Vicenza e Rovigo.

“Un grandissimo dispiegamento di forze raccolte in poche ore – conclude l’assessore -, con la certezza che nelle prossime ne arriveranno ancora. Questo è il Veneto del fare, composto di gente che, sottovoce, è sempre e subito operativa per portare aiuto”.

Share Button