23/07/2019

Dal 12 al 14 aprile, al PalaBellaItalia di Lignano Sabbiadoro (Ud) si sono disputati gli incontri del 19° campionato nazionale di tennistavolo CSI (Centro Sportivo Italiano). A caccia dei titoli nazionali, nelle diverse categorie, c’erano 400 atleti pongisti (tra maschi e femmine) in rappresentanza di settanta società sportive e ventinove comitati territoriali. 

Il Centro Sportivo Italiano è la più antica associazione polisportiva attiva in Italia. La sua fondazione risale al 1944, su iniziativa della Gioventù italiana di Azione Cattolica, volendo idealmente proseguire l’esperienza della Federazione delle Associazioni Sportive Cattoliche Italiane. Al suo interno si curano eventi e iniziative a favore di tantissime discipline sportive, che sarebbe impossibile elencare: dall’Atletica al Kung Fu, dal calcio all’equitazione, dalla ginnastica artistica al Tennistavolo.

Al PalaBellaItalia di Lignano Sabbiadoro (UD), dopo gli incontri preliminari a livello locale e regionale, i migliori atleti d’Italia hanno disputato il 19° Campionato Nazionale di Tennistavolo CSI. Nove regioni presenti, la delegazione con più finalisti è la Lombardia con 235 atleti, seguita dal Veneto (56) e dal Friuli Venezia Giulia (40). Due le prove in programma nel tabellone del Campionato Nazionale CSI 2019: individuale (maschile e femminile) e doppio.

Le finali del torneo hanno consentito l’assegnazione dei titoli di campione nazionale nelle otto categorie ambosessi previste dal regolamento: Giovanissimi, Ragazzi, Allievi, Juniores, Seniores, Adulti, Veterani A e B, infine Eccellenza A e B maschile ed Eccellenza femminile, che vedranno impegnati i classificati FiTet. Oltre ai campioni per ogni categoria e specialità, sono state premiate anche le società, sulla base dei migliori punteggi ottenuti nelle diverse gare. 

Come in ogni finale nazionale di certo non è mancato il clima di festa e di partecipazione. Nel palazzetto del Bella Italia & Efa Village di Lignano Sabbiadoro, si giocava dal mattino alla sera, con eventi speciali come hardbat (con racchette di legno senza gommatura). Il tennistavolo è uno sport per tutti, una disciplina praticata a ogni età e anche in queste finali del campionato nazionale, sui tavoli in Friuli Venezia Giulia, erano presenti atleti dal giovanissimo Simone Bettelli classe 2010, al “nonno” del Csi, il veterano Giuseppe Carrer, classe 1931. 

Marino Firmani, project manager del Bella Italia ha dichiarato che l’atmosfera che si crea nel palazzetto durante questa competizione è davvero unica. Vedere insieme atleti di tutte le età, che con grande agonismo ed etica si affrontano in una disciplina completa come il tennistavolo, genera emozioni indescrivibili. 

Qui i risultati finali: http://bit.ly/2VEHVsP  

Marco Mascioli 

Share Button

Comments are closed.