26/07/2021

Espositori soddisfatti, importanti contatti commerciali fra domanda e offerta, visitatori oltre le aspettative e con una forte componente di agricoltori della Slovenia, convegni ed eventi collaterali che non solo hanno richiamato l’attenzione di numerosi addetti ai lavori, ma anche di tantissimi giovani studenti universitari e degli istituti professionali della regione che sono stati protagonisti di iniziative e concorsi per i quali una manifestazione come Agriest e stata il contesto ideale e la passerella finale del lavoro svolto sui banchi di scuola e sul territorio nei mesi precedenti.

Per la sua 50^ edizione Agriest si riconferma ai primi posti della classifica delle fiere italiane di settore.
«50 edizioni sono un’ottima base e una garanzia, ma in tempi come questi nulla è scontato – afferma il Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa De Marco: anche per una fiera consolidata come questa, abbiamo puntato e punteremo sul lavoro di squadra e sulla collaborazione con la Regione, con l’ERSA e con sponsor dinamici e propositivi come la Banche di Credito Cooperativo. Anche con il successo di Agriest, Udine e Gorizia Fiere ribadisce la bontà delle scelte fatte per continuare ad essere strumento di promozione per le aziende e per contribuire allo sviluppo dell’economia».

Oltre a presenze qualificanti come quella del Ministro dell’agricoltura della Slovenia Dejan židan e agli interventi di numerose autorità regionali dal Vice Presidente della Giunta Sergio Bolzonello al Presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, Agriest 2015 ha visto anche la partecipazione del Presidente nazionale dell’Unacma (gruppo aderente a ConfCommercio che riunisce le principali aziende regionali del settore del commercio e della distribuzione  di macchine agricole e forestali) Roberto Rinaldin e di chef pluri-stellati ( Emanuele Scarello, Alessandro Gravina e Alessandro Breda)che hanno contribuito alla notorietà internazionale delle produzioni agroalimentari ed enologiche del F.V.G.
Per la giornata finale di Agriest, nello stand della Regione e dell’ERSA, I cuochi hanno fatto parte della giuria tecnica della terza e ultima giornata del Concorso di cucina “AQUA IN BOCCA”, al quale hanno preso parte gli studenti degli Istituti Statali di Istruzione Superiore con indirizzo enogastronomia e ospitalità alberghiera della regione: “Bonaldo Stringher” di Udine, “Federico Flora” di Pordenone, “Sandro Pertini” di Monfalcone, “Jacopo Linussio” di Tolmezzo. La tre giorni in fiera del Concorso – condotto da Fabrizio Nonis, noto macellaio e giornalista televisivo del settore food, ha avuto l’obiettivo di presentare ad un vasto pubblico il marchio di qualità regionale per il settore agroalimentare “AQUA (Agricoltura, Ambiente Qualità). Nella fase finale delle premiazioni odierne è intervenuto anche l’Assessore regionale Mariagrazia Santoro.

I prossimi appuntamenti di Udine e Gorizia Fiere: la campionaria Expomego dal 19 al 22 febbraio a Gorizia; il salone udinese Young per l’orientamento scuola-lavoro dal 4 al 7 marzo e Pollice Verde dal 20 al 22 marzo a Gorizia.

INCONTRO TRA VICEPRESIDENTE GIUNTA FVG E MINISTRO AGRICOLTURA SLOVENO

Riavvio del tavolo della Commissione mista dell’agricoltura tra la Regione Friuli Venezia Giulia e la Repubblica di Slovenia per intensificare la cooperazione, risolvere le questioni del settore ancora aperte e delineare
comuni strategie di sviluppo. E’ quanto è emerso all’incontro tra il ministro sloveno
all’agricoltura Dejan Zidan e il vicepresidente della Giunta regionale Sergio Bolzonello, che si è tenuto oggi a Udine in occasione della Fiera Agriest.

All’incontro, promosso dall’associazione agricoltori della minoranza slovena Kmecka zveza, si è parlato del Protocollo d’intesa sul Prosecco, che è stato firmato nel 2009 tra il Ministero delle Politiche agricole, la Regione e le varie associazioni di categoria.

“Come da impegno personale preso in Consiglio regionale – ha sottolineato l’assessore alle Risorse agricole e forestali Bolzonello – entro il 15 marzo riconvocherò le parti per giungere all’attuazione del Protocollo, che ha visto fare nel corso degli anni solo alcuni passi avanti”.

In merito alla questione dei piani d’attuazione delle aree di Natura 2000, che gli agricoltori attendono, l’assessore Bolzonello ha ricordato come a breve gli uffici competenti consegneranno i regolamenti.

Particolare attenzione è stata rivolta dalle due cariche istituzionali (Zidan è anche vicepresidente del Governo sloveno) anche allo sviluppo della collaborazione tranfrontaliera nell’Isontino, specificatamente al settore vitivinicolo tra il Collio e le Brda in Slovenia, “dove – ha valutato Bolzonello – non c’è abbastanza cooperazione”.

Nel corso del colloquio di carattere amichevole e costruttivo, il ministro e l’assessore hanno analizzato le problematiche della politica europea agricola, talvolta contradittoria, ed hanno evidenziato il bisogno di definire “una linea politica comune per intervenire insieme a Bruxelles”.

Bolzonello e Zidan si sono soffermati poi sulla necessità di semplificare la burocrazia per gli agricoltori in entrambi i Paesi e sulla volontà di voler contrastare con misure congiunte i danni causati dalla fauna selvatica nel settore primario.

Da entrambi è stata anche richiamata l’attenzione sulle difficoltà del settore zootecnico in seguito alla prossima liberalizzazione delle quote latte.

Share Button

Comments are closed.

Cheap Tents On Trucks Bird Watching Wildlife Photography Outdoor Hunting Camouflage 2 to 3 Person Hide Pop UP Tent Pop Up Play Dinosaur Tent for Kids Realistic Design Kids Tent Indoor Games House Toys House For Children
Translate »