23/11/2017

E’ stata inaugurata a palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, la mostra fotografica ‘Patrimonio fortificato. Scorci inconsueti dell’Adriatico’, promossa dalla ‘Marco Polo System’ e dalla Comunità degli Italiani ‘Santorio Santorio’ di Capodistria, nell’ambito del Progetto CAAMA ‘Centro per le Architetture Militari dell’Alto Adriatico’ – Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia, con la Regione Veneto capofila. La mostra, inaugurata a gennaio a Capodistria, si compone di 50 scatti d’autore, selezionati da un’apposita giuria di esperti tra le circa cinquecento fotografie pervenute. “l’obiettivo della mostra sia quello di contribuire alla promozione del patrimonio fortificato dell’Alto Adriatico. Viene fatta sintesi delle strutture fortificate presenti nel nostro territorio, mostrando come si sia evoluta nei secoli l’attenzione e le strategie difensive, ma mettendo in luce anche tutte le enormi potenzialità turistiche insite nel nostro patrimonio storico – culturale, ricchezze che stiamo cercando di riproporre al pubblico grazie ai finanziamenti europei e regionali. Un patrimonio quindi da riscoprire, da conoscere, da valorizzare, da vivere, perché i luoghi in cui sono ubicate le strutture fortificate sono posti bellissimi anche dal punto di vista paesaggistico. La mostra approda oggi a Venezia dopo essere stata a Lubiana e in molte altre città. E’ uno dei risultati del progetto CAAMA, Cooperazione internazionale Italia-Slovenia, che ha l’obiettivo di riscoprire il patrimonio storico –culturale veneto e creare occasioni di sviluppo economico per i territori, valorizzando fortezze, castelli e borghi che da Ferrara, passando per il Veneto e il Friuli, si estendono fino alla Slovenia, beni culturali di inestimabile valore da tutelare e promuovere in modo adeguato.

Share Button