17/11/2018

E’ il momento di BILL FRISELL, uno dei più grandi chitarristi viventi, al festival “Il volo del jazz” del Circolo Controtempo, appuntamento fra i più blasonati nel panorama dell’offerta jazzistica italiana. Dopo la reunion di Enrico Rava e Joe Lovano del 3 novembre, sabato 10 novembre, alle 21, nel teatro Zancanaro di Sacile tocca a un vero gigante della musica contemporanea, con il suo nuovo lavoro in solo registrato per la Okeh Records, Music Is. Il più prolifico e ispirato chitarrista-compo­sitore odierno: l’unico capace di attraversare i generi senza perdere identità e stimoli creativi, nel suo continuo viaggio attorno alla musica: Bill Frisell, dopo oltre cento dischi tra progetti personali e collaborazioni con artisti di diversa estrazione (Arto Lindsay, Elvis Costello, John Zorn, Caetano Veloso…) è l’ultimo “guitar hero” della musica americana, epigono di una vicenda artistica che va da Charlie Christian a Jimi Hendrix.

Insieme a John Scofield e a Pat Metheny è il più rappresentativo chitarrista della sua generazione. Folk, country, pop e avanguardia sono territori che il musicista ha esplorato nella sua lunga e prolifica carriera.  La prolifica produzione del chitarrista si è arricchita quest’anno del suo lavoro in solo per la Okeh Records, “Music IS”, quasi una summa artistica della sua carriera: contiene infatti anche alcuni brani riarrangiati dei primi dischi (Rambler, In Line).

Tutti i pezzi sono firmati da Frisell, che per la loro esecuzione utilizza chitarre elettriche e acustiche, a piccoli tratti anche ukulele e basso e come sempre, macchinette che modulano i suoni…

I brani di questo eccellente Music IS pescano dal suo ampio book, toccando ogni periodo, compresi quelli meno recenti, rimettendo ordine e allo stesso tempo suggerendo nuove interpretazioni, nuove suggestioni.

Share Button

Comments are closed.