22/10/2018

Sarà un sabato pomeriggio interamente dedicato al movimento ma anche alla riscoperta dei luoghi più preziosi delle città. Trekking urbano significa vivere un’esperienza di viaggio unica, coniugando la possibilità di immergersi nell’arte e nella natura, facendo sport. A Palmanova l’appuntamento è previsto per sabato 29 ottobre, con partenza alle 14.30 dall’Ufficio Turistico di Borgo Udine 4. Due ore di camminata, due kilometri circa di percorso per scoprire il Duomo Dogale, la Chiesa di San Francesco e l’annesso convento dei Frati Minori Conventuali, l’ancona votiva di via Manin, l’ex Chiesa della Natività, per poi tornare alla Piazza.

duomo-dogale

Per partecipare è necessario preiscriversi entro il 28 ottobre, di persona all’Ufficio turistico di Borgo Udine 4, ogni mattina dalle 9.30 alle 12.30, via mail a turismo@comune.palmanova.ud.it oppure telefonicamente allo 0432 924 815.

INFO PERCORSO 

Tempo di percorrenza: circa 2 ore
Lunghezza: 2 km
Difficoltà: facile
Punto di partenza: Ufficio Turistico di Palmanova Borgo Udine, 4
Orario di partenza della visita guidata: ore 14.30

La partecipazione è gratuita.

“Mostriamo le bellezze della nostra città. Permettiamo a tutti, turisti e residenti, di camminare e scoprire i tesori che Palmanova conserva. Vogliamo promuove questo tipo di turismo sostenibile, sano, che valorizza il contatto umano e la conoscenza di persone e luoghi poco conosciuti. Palmanova è la città ideale per essere visitata in questo modo” commenta Adriana Danielis, assessore comunale al turismo.

palmanova003Partendo dalla Piazza Grande, osservatorio privilegiato per comprendere la complessa struttura urbanistica di Palmanova, il cammino a passo di trekking inizia con la visita al Duomo Dogale (1615-1636), edificio dalla maestosa facciata in pietra d’Istria che riflette le vicissitudini politiche, militari, sociali e religiose collegate alla costruzione della fortezza, sorta nel 1593 per volere del Senato Veneto.

L’interno del duomo si presenta a navata unica rettangolare triabsidata con un soffitto a capriate lignee dipinte. Sono conservate opere di Pomponio Amalteo e l’importante Pala delle Milizie di Alessandro Varotari detto il Padovanino. La passeggiata continua verso Piazza Garibaldi per raggiungere la Chiesa di San Francesco d’Assisi che risale al 1603; l’annesso convento dei frati Minori Conventuali fu iniziato nel 1598. La chiesa venne consacrata nel 1624 ed officiata dai frati fino al 1769.

L’itinerario prosegue verso Via Manin fino a raggiungere l’ancona votiva raffigurante la Madonna del Rosario e i Santi Filippo e Giacomo, dove un tempo sorgeva l’Oratorio di San Filippo Neri o di San Gaetano costruito nel 1681 vicino alla distrutta chiesa di Santa Barbara, protettrice della Compagnia dei Bombardieri della fortezza. Proseguendo verso Via Cavour, sulla Piazzetta Venezia si passerà accanto alla struttura, un tempo Chiesa della Natività della Vergine Maria, iniziata nel 1603, terminata tre anni dopo e consacrata nel 1614 con l’ex convento dei frati Minori Cappuccini che vi stettero fino al 1807. Il percorso si concluderà ritornando al centro della piazza esagonale cittadina.

 

Share Button

Comments are closed.