16/06/2019

Presentata a Trieste la sessantesima edizione del Jazz Festival di Lubiana, che propone uno spaccato esauriente della scena musicale internazionale oltre che slovena.

IL Festival si terrà dal 18 al 22 giugno nella capitale slovena.
Ospite d’onore del festival è John Zorn, nelle ultime decadi senz’altro uno dei più straordinari musicisti e compositori della scena contemporanea. E notevole anche l’arrivo degli Snarky Puppy, una delle più emozionanti music band del secolo: i pionieri dei confini dei generi musicali, che hanno inventato un linguaggio completamente nuovo e personale.

bdr

JOHN ZORN – L’ ORGANO ERMETICO, 18 giugno

John Zorn, organo

Una perfetta rappresentazione del grande gusto di Zorn per le variazioni del colore e per i contrasti. Il genio del compositore sfodera le sue migliori bizzarrie – grandi cluster di suoni, accordi, collage, contrappunti, bordoni, ostinati, melodie liriche e molto altro, spesso presentato intersecando le diverse sezioni.

MARATONA DI JOHN ZORN BAGATELLES, 22 giugno

Tra marzo e maggio 2015, John Zorn ha scritto trecento nuove composizioni che compongono la collezione Bagatelles. Questo speciale “concerto-maratona” Uno speciale concerto presenta 14 differenti ensemble alle prese con oltre 50 delle composizioni contenute nell’enorme nuovo libro di Zorn. La “Bagatelle Marathon” include sia gli storici collaboratori di Zorn, sia dei bravissimi giovani musicisti del mondo del rock, del jazz e della musica classica e restituisce un formidabile spaccato del microcosmo del grande artista statunitense.
Quattro ore di costante creatività con alcuni dei musicisti più entusiasmanti della scena di New York, compresi talenti quali Mary Halvorson, Marc Ribot, Chris Davis, Julian Lage, Dave Douglas, Joey Baron, Craig Taborn, Peter Evans, John Medeski, Matt Mitchell, Ikue Mori, Erik Friedlander, Mark Feldman, Sylvie Courvoisier, Kenny Wollesen, Trevor Dunn e molti altri. 

SNARKY PUPPY, 22 giugno

A Ljubljana arriva uno dei più entusiasmanti gruppi del secolo: una band che sfugge a qualsiasi definizione (jazz compreso) e pone la propria cifra stilistica proprio sul confine tra i più diversi generi.  Un’attrazione eccezionale, contesa dai più prestigiosi festival musicali di tutto il mondo viene a concludere i festeggiamenti del 60° anniversario del Ljubljana Jazz Festival. La band, che della fusion attrae a sé alcune suggestioni, si esprime attraverso una rara e delicata commistione di sofisticate composizioni, armonie e improvvisazioni.

Gli Snarky Puppy hanno vinto tre Grammy Award, due per il migliore album strumentale contemporaneo e il terzo per la migliore performance R&B. “Una delle band più versatili del pianeta di oggi.” Rolling Stone

“Un gruppo strumentale istrionico e mutuamente sintonizzato, energico con una fanatica comunità di fan.” The New York Times .Il concerto è una coproduzione Cankarjev Dom e Kino Šiška In collaborazione con Musicology Barcaffe Sessions

Il Festival Jazz Sloveno nasce nel 1960 a Bled, ed è uno dei più antichi in Europa.

Durante il suo ricco e diversificato percorso, il Festival ha ospitato talenti da tutto il mondo, tra cui Dizzy Gillespie, Miles Davis, Al di Meola, Tito Puente, McCoy Tyner, Wayne Shorter, Pat Metheny and Ornette Coleman e ha tenuto a battesimo diversi giovani debuttanti (molti anche della Slovenia) che hanno fatto e stanno facendo strada in Europa. Fra gli artisti sloveni che meritano essere menzionati va citata la Big Band RTV SLO, una tra le più antiche e numerose jazz band al mondo, Primož Grašič, Tone Janša, etc.

Grazie alle Ljubljana Jazz Series, registrate in partnership con la rinomata Clean Feed, il Festival può oggi arrivare al pubblico di tutto il mondo.

Il Jazz Festival Ljubljana è stato premiato nel 2018 con l’European Jazz Network Award per la scelta del coraggiosissimo programma.

Share Button

Comments are closed.