19/11/2019

Lunedì 28 ottobre si festeggia san Simone che per tradizione è il periodo in cui a Codroipo organizzano la fiera mercato che per due fine settimana porta nel capoluogo del Medio Friuli tantissima gente e quest’anno, principalmente grazie al meteo stupendo, ha superato ogni record. In verità ci sono diverse eventi collaterali, culturali e sportivi che si svolgono a Codroipo nel mese di ottobre, per cui volendo potremmo dire che dai primi giorni, sino al 28, il mese di ottobre è dedicato al santo.


In ogni caso, comunque capiti, il 28 si svolge la consegna dei premi di letteratura e non solo, in lingua friulana. Da quarant’anni il “Premi San Simon” è il più importante e tra i premiati nel corso degli anni ci sono stati personaggi molto noti come Amedeo Giacomini, Franco Marchetta, don Pier Antonio Bellina, Gianni Gregoricchio. Alcuni anni, nel 2013, 2008, 2005, 1991, 1989, la cerimonia è stata triste giacché non è stato assegnato il premio a nessuno perché le opere a concorso non sono state considerate meritevoli. Questo indiscutibilmente incrementa il valore dei riconoscimenti assegnati.
La premiazione della 40^ edizione del Premi San Simon, il più prestigioso premio letterario in lingua friulana, quest’anno prevedeva, oltre alla classica sezione dedicata alle raccolte di racconti, anche una per i cortometraggi. Un video dal titolo “Doman” di Elia Adami ha vinto e aperto la cerimonia di consegna dei premi con la proiezione. Per la prima volta, in occasione della 40^ edizione, la premiazione si è svolta nella sala consiliare di Codroipo e, sempre per la prima volta, tutta la serata è stata trasmessa in diretta su Facebook nella pagina di Euroregione News https://www.facebook.com/watch/?v=404118587130304
La giuria della sezione letteraria, presieduta da Walter Tomada e composta da Tiziana Cividini, Antonella Sbuelz e Gabriele Zanello, ha assegnato il premio all’opera “Bisest” di Raffaele Serafini, vincitore per la terza volta del Premi San Simon dopo le edizioni 2015 e 2017. Tra i testi a concorso, la giuria ha voluto segnalare quella di Francesco Tami “Une altre vie”, anche lui già noto per aver vinto nel 2000.


Docente di economia, Raffaele Serafini, ha vinto il premio che consiste anche nella stampa e distribuzione di cinquecento copie del testo che potrà arricchire la già nutrita letteratura in lingua friulana disponibile.
La sala consiliare era gremita di appassionati friulanisti e tra le autorità sugli scranni c’era il Sindaco di Codroipo Fabio Marchetti, il segretario del premio San Simon, sin dalla prima edizione, Giorgio De Tina e Gottardo Mitri, Eros Cisilino, Federico Vicario, Walter Tomada, Marco D’agostini e Marco Bressan, con il giornalista e presentatore televisivo Daniele Paroni a condurre la serata.
Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.