23/11/2017

Quattro  incontri per fornire tutte le informazioni necessarie per conoscere il radon, i suoi effetti e le misure per proteggersi. Le serate sono organizzate a Trieste il 5 ottobre, a Udin il 9 ottobre, a Pordenone il 10 ottobre e a Gorizia l’11 ottobre. Al termine delle serate, ARPA FVG distribuirà gratuitamente 1000 dosimetri per misurare il radon nella propria abitazione. Per iscriversi consultare il sito ufficiale della Regione Friuli Venezia Giulia.

IL RADON

è un gas radioattivo naturale, inodore ed incolore, prodotto dal decadimento dell’uranio. L’uranio è fra i più antichi elementi naturali esistenti ed è distribuito più o meno ovunque sulla crosta terrestre, perciò anche il radon è presente in tracce nel sottosuolo quasi dappertutto.

Nel suolo generalmente le concentrazioni di radon sono più elevate mentre all’aperto il radon si diluisce rapidamente; negli ambienti chiusi invece, soprattutto in conseguenza del ridotto ricambio d’aria, il radon può concentrarsi, raggiungendo talvolta valori anche molto elevati.

Il radon è quindi un gas naturale, non causato dall’inquinamento, tuttavia è molto pericoloso per la salute: l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha classificato come cancerogeno certo ed è ritenuto essere la seconda causa di tumore ai polmoni dopo il fumo di sigaretta.

CITIZEN SCIENCE

“RADON, MISURE PER 1000 FAMIGLIE” è un progetto di “Citizen science”, cioè coinvolge i cittadini nelle attività di ricerca e sperimentazione.

Ognuno può infatti dare un contributo significativo alla ricerca, anche se non è un esperto del settore, aumentando così le proprie competenze scientifiche.

Anche attraverso questo progetto, ARPA FVG vuole promuovere la consapevolezza e l’attenzione per il nostro ambiente.

Share Button