22/01/2021

Considerata la situazione di emergenza sanitaria nel Nord Italia, il Centro Espressioni Cinematografiche di Udine ha condiviso con la Regione Friuli Venezia Giulia e il Comune di Udine la decisione di far slittare la ventiduesima edizione del Far East Film Festival all’inizio dell’estate. Per l’esattezza, dal 26 giugno al 4 luglio.

Gli Industry Days del FEFF, Focus Asia, si terranno quindi dal 29 giugno al 1° luglio. Confermata la dodicesima edizione del workshop di co-produzione Asia-Europa Ties That Bind (dal 28 giugno al 2 luglio) e la nuovissima sezione dei work in progress, Far East in Progress, la prima e unica piattaforma europea dedicata ai film asiatici in post-produzione.

Già confermata una collaborazione con Trieste per lo ShorTS International Film Festival che si svolgerà nelle stesse date».

Confermato anche il doppio omaggio all’attore e regista filippino Eddie Garcia (il “Kirk Douglas” del sud-est asiatico) e quello al cinema eccentrico dei fratelli Watanabe: Hirobumi, regista alla Jim Jarmusch, e Yuji, autore delle splendide musiche di tutti i loro film!

Le istituzioni sono vicine agli organizzatori del ‘Far East Film Festival’ (Feff), che per l’impatto provocato dal Coronavirus non consente agli ospiti asiatici di venire a Udine nel periodo già fissato per l’evento.

L’iniziativa è veicolo di un importante scambio di esperienze culturali, e assicura anche un ritorno economico assai positivo al territorio.

La sua formula culturale si sviluppa sia attorno alla visione di produzioni cinematografiche dall’Oriente per il pubblico che come momento di incontro B2B tra i produttori asiatici e la distribuzione cinematografica degli altri continenti. Motivi che spingono la Regione, come ha ribadito l’assessore alla Cultura, a confermare il suo sostegno alla manifestazione.

Allo sviluppo dell’evento è chiamato a collaborare anche il mondo delle imprese attraverso l’ArtBonusFVG, una forma di agevolazione fiscale della Regione con la quale l’amministrazione si prefigge l’obiettivo di attrarre maggiori risorse dai privati a sostegno del mondo della cultura.

Infine è stato ricordato che verrà proposta nei prossimi giorni al Consiglio Regionale il disegno di legge “SviluppoImpresa” che conterrà anche norme ad hoc volte al sostegno di imprese e operatori culturali che godano di contributi regionali per poter fruire di proroghe nel caso la congiuntura sanitaria attuale li obblighi a rivedere i tempi di realizzazione dei progetti finanziati.

Share Button

Comments are closed.